Luoghi della lentezza e del saper fare

I Borghi Autentici d’Italia coinvolti sul valore della “lentezza” come approccio sostenibile.

Fondazione Futurae nel coordinamento del progetto

L’Associazione BAI Borghi Autentici d’Italia, insieme all’Associazione Comuni Virtuosi e
all’Associazione Europea delle Vie Francigene promuovono in questo “Anno del Turismo lento” il progetto speciale Luoghi della lentezza e del sapere fare.

Caratteristiche principali.

Il progetto, che sarà sviluppato integralmente nel corso del 2019, ha come finalità
la promozione del valore della “lentezza” inteso come un approccio sostenibile per la produzione e la realizzazione di attività trasformative e di fruizione ambientale, valorizzando le pratiche innovative.

Il progetto è articolato su tre tematiche portanti:

  • fruizione outdoor dei territori
  • conoscere i patrimoni locali del “saper fare nelle comunità”
  • partecipare alla vita di comunità come “cittadini temporanei”
Per approfondimenti vedi la pagina al sito dei Borghi Autentici d’Italia

Luoghi della lentezza e del saper fare comprenderà una serie di iniziative di carattere istituzionale e formative in ambito ambientale:

Patrocinio Master post-lauream

Turismo culturale ed ambientale dei territori

Aspetti giuridici ed impatto ambientale
prof. Paolo Michiara e prof. Salvatore Puliatti
Università di Parma

Patrocinio pubblicazione ricerca

Popolazione-ambiente-territorio

in 5 Comuni del Mezzogiorno d’Italia: Puglia e Calabria
prof. Alessandro Bosi (Università di Parma)
ed. Battei, Parma

Patrocinio pubblicazione

L’errore antropocentrico” Uomo – Natura _Altri viventi

a cura di Bruno Fedi e Maurizio Corsini
con patrocinio “WEEC-Unesco” e di “ .eco l’educazione sostenibile” (rivista ambientale)
ed. Mimesis, Milano

Istituzione Premio di laurea biennale
con CIREA Centro Italiano di Ricerca ed Educazione ambientale
(Antonella Bacchiorri, Università di Parma)
per tesi inerenti l’interazione

Nuove generazioni-ambiente-futuro nei territori Borghi Autentici d’Italia

In collaborazione con
Fondazione Lanza, Padova (Simone Morandini)
Fondazione Vivarium, Catalogna (Milena Carrara Pavan)
Giuria
Andrea Merusi, Nunzio Rizzoli, Vittorio Parisi, Maria Grazia Mezzadri, Luciano Mazzoni Benoni, Francesco Giusiano, Antonio Cardelli, Enzo D’Urbano.

Pacchetto formativo

Nuove forme di gestione di progetti ambientali secondo il paradigma dell’economia circolare: Coop. di Comunità e Imprese Sociali

a cura di L. Mazzoni Benoni e Ivan Stomeo
in collaborazione con dott.ssa Claudia Massa, AIF Associazione Italiana Formatori

Moduli didattici per Seminari, Conferenze e Laboratori su:
“Ecologia profonda”
“Uomini & animali: una relazione da svelare”
“Oltre l’antropocentrismo: per una cultura olistica praticabile”
“Montagna e elevazione spirituale: per una nuova coscienza ecosofica”
“Terra Madre: per un recupero consapevole di una categoria nell’era della complessità“
“Alimentazione consapevole: aspetti etici – ambientali – sanitari”
“Responsabilità Sociale”
“Certificazione Etica SA 8000 e Certificazione ambientale UN EN ISO 14001”

a cura del prof. Luciano Mazzoni Benoni e dr. Andrea Merusi
in collaborazione con:
MAB Unesco Monviso, MAB Unesco Appennino tosco-emiliano, Parco 100 Laghi, Parco Monte Antola.

© 2019 Fondazione Futurae - p.iva 02877160347

Costituita in data 11 luglio 2018 presso il Notaio Bernardo Borri in Parma. Iscritta al n. 69 del Nuovo Registro delle Persone Giuridiche Private con Decreto del Prefetto di Parma il 18 febbraio 2019. Iscritta all'Anagrafe Unica delle Onlus. In attesa di iscrizione nel Registro Nazionale degli E.T.S.